Tattica individuale: TUTTO sulla presa di posizione

presa di posizione con avversario con palla

Oggi parleremo de “La Presa di Posizione”.. uno dei principi fondamentali che fanno parte della tattica individuale. La presa di posizione è l’abilità più importante dei 5 principi di tattica individuale in fase di non possesso palla. Infatti senza un corretta presa di posizione vengono a mancare le fondamenta su cui sviluppare correttamente gli altri…

4 principi difensivi della tattica individuale:

2 MARCAMENTO
3 INTERCETTAMENTO
4 CONTRASTO
5 DIFESA DELLA PORTA

Ma prima mettiamo un po’ di ordine nelle varie definizioni di:

-tecnica di base (o gesti fondamentali)
-tattica individuale (o tecnica applicata)
-tecnica calcistica

Cosa è la Tecnica di base

E’ il complesso delle abilità relative ai gesti tecnici dei fondamentali che il giocatore è chiamato a compiere durante un allenamento, quando si trova in contatto o comunque in relazione solo con la palla.
Le esercitazioni che un allenatore propone per allenare la tecnica di base non tengono conto : né dell’avversario, né del contesto dello sviluppo di un’ azione da gioco.

Per esempio: sono tutti i gesti fondamentali:
Conduzione palla,
palleggi,
Ecc.ecc.

Tattica Individuale o Tecnica Applicata

Si parla di Tattica Individuale o Tecnica Applicata quando in generale:
il calciatore utilizza la tecnica di base ( gesto fondamentale fine a se stesso) nelle fasi dello sviluppo delle azioni di gioco, tenendo conto: dei compagni e degli avversari.

Per esempio, l’uno contro uno o il due contro due, ecc.

Nell’allenamento della Tattica Individuale (di solito) i giocatori previsti per le esercitazioni non devono superare le 2 unità (2 contro n. avversari )

La Tecnica Calcistica

Non è nient’altro che l’unione tra: La Tecnica Individuale + La tattica Individuale

Il compito dell’allenatore

Un buon allenatore deve saper insegnare la tecnica individuale (o di base) correttamente e deve saperla insegnarla e allenarla anche in tutte le situazioni di gioco (tattica individuale)

Conseguenze Negative

Molte sono le conseguenze negative per una squadra di calcio in un campionato, qualunque esso sia, se anche soli pochi giocatori che fanno parte della rosa, non hanno la conoscenza della tecnica e della tattica individuale.

La conseguenza peggiore che ne può scaturire è la perdita di una o di più partite per dei semplici e banali errori relativi alla non conoscenza da parte del singolo giocatore, sia del corretto gesto tecnico sia della non completa conoscenza di uno o più movimenti tattici relativi alla tattica individuale.

Non entrando nello specifico la logica dice che non si può insegnare ad un bambino a correre velocemente se prima non sa camminare correttamente.

In pratica nel gioco del calcio sarebbe molto difficile pensare di ottenere costantemente dei risultati positivi (per esempio vincere un campionato o salvarsi) se tutti i giocatori della rosa non sono a conoscenza e non hanno una certa padronanza sia della tecnica che della tattica individuale.

E’ nel settore giovanile che si devono insegnare e sviluppare queste due tattiche fondamentali!

Ed è nelle prime squadre che si deve continuare ad allenarle e/o a correggere gli errori derivanti dalla non conoscenza da parte dei giocatori!

I 10 Principi difensivi di base si dividono in:

Cinque Principi di TATTICA INDIVIDUALE
Cinque Principi di TATTICA COLLETTIVA (video)

Senza la conoscenza dei principi di tattica individuale e di tattica collettiva diventa veramente difficile per una squadra di calcio NON subire Goal!

E adesso vediamo quali sono:

I 5 Principi Tattici individuali in fase di non possesso sono:

1. PRESA DI POSIZIONE
2. MARCAMENTO
3. INTERCETTAMENTO
4. CONTRASTO
5. DIFESA DELLA PORTA

I 5 Principi Tattici collettivi in fase di non possesso sono:

1. SCAGLIONAMENTO
2. TEMPOREGGIAMENTO
3. CONCENTRAZIONE
4. EQUILIBRIO
5. CONTROLLO E CAUTELA

Benefici che puoi ottenere dalla conoscenza della tattica individuale

Ecco 4 Benefici principali che si possono ottenere se i tuoi giocatori conoscono e mettono in pratica correttamente tutti i principi di tattica individuale.

Beneficio n.1
Riesci a spiegare più velocemente e in maniera più efficace la tattica di reparto e quella collettiva con minor fatica
Beneficio n.2
I tuoi giocatori possono mettere in pratica con più facilità gli altri 4 principi di tattica individuale
Beneficio n.3
La tua squadra riesce a proteggere la porta con più efficacia perché sa come togliere correttamente spazio e tempo agli avversari sia in possesso di palla che non.
Beneficio n.4
La tua squadra avrà più possibilità di diventare una delle difese meno battute del campionato

Adesso fatta questa premessa possiamo iniziare a parlare di presa di posizione

La presa di Posizione come tattica individuale

Definizione

Si dice che un giocatore fa una presa di posizione quando interpone il suo corpo tra
1) propria porta,
2) l’avversario
3) la palla.

Più gli avversari si avvicinano alla porta, più il difensore dovrà mostrare attenzione verso questo tipo di principio di tattica individuale in maniera da proteggerla con successo.

Questo tipo di comportamento che deve assumere il difensore quando sta difendendo la sua porta richiede varie componenti da mettere in pratica, tra le quali l’intelligenza calcistica, l’intuizione e le capacità coordinative.

I 6 prerequisiti invece che occorre per allenare la presa di posizione sono:

1. ORIENTAMENTO SPAZIO TEMPORALE (In relazione a dei punti di riferimento Fissi -porta,linee- Mobili -compagni, avversari, palla-)
2. ANTICIPAZIONE (ovvero la capacità di prevedere le mosse degli avversari e gli sviluppi dell’azione ai fini di prepararsi adeguatamente)
3. REAZIONE (ovvero la capacità di non farsi cogliere impreparato alle situazioni che via via si presentano)
4. PERCEZIONE SPAZIO TEMPORALE (necessaria a valutare la traiettoria della palla-tempismo)
5. RAPIDITA’ D’ ESECUZIONE (effettuare il gesto più utile, quello meno dispendioso, nel minor tempo possibile)
6. CONCENTRAZIONE  e RAZIONALITA’

Il modo di effettuare la presa di posizione di un giocatore

L’obiettivo da raggiungere cambia a seconda se:

1. l’avversario è in possesso della la palla

2. l’avversario non è in possesso della palla

Vediamo adesso la differenza sostanziale tra la presa di posizione su avversario con palla e presa di posizione su avversario senza palla

La presa di posizione sull’ avversario con palla

la presa di posizione senza palla-tattica individuale

Il difensore al fine di riconquistare il possesso di palla, si deve interporre tra la palla, l’avversario e la sua porta e avvicinandosi con una certa pressione deve riuscire a rallentare o/e ostacolare la sua azione indirizzandolo verso una zona di campo poco pericolosa.

la presa di posizione con palla

La presa di posizione su avversario senza palla

presa di posizione con palla - tattica individuale

Il difensore al fine proteggere la sua porta e di riconquistare il possesso di palla, si deve collocare all’interno di un triangolo immaginario i cui vertici sono costituiti dalla palla, dalla porta e dall’avversario senza palla, assumendo la cosiddetta posizione in diagonale rispetto all’avversario senza la palla.

Questa collocazione a protezione della sua porta gli deve consentire di:
a) Vedere la palla
b) Vedere l’avversario con e senza palla

La Posizione e la Diagonale del difendente all’interno del triangolo

La Posizione e di conseguenza la diagonale che dovrà assumere il difendente sull’avversario senza palla varierà a seconda:
1. se la palla è coperta, scoperta,
2. dalla posizione e della distanza della palla rispetto alla porta,
3. se affronterà l’avversario in una situazione di superiorità numerica,
4. oppure di inferiorità, di parità numerica

OBIETTIVI PRINCIPALI DA CENTRARE

1. SPAZIO TEMPORALE:
limitare al portatore di palla lo spazio di azione ed il tempo di decidere e di agire
2) TATTICO:
evitando che il portatore di palla giochi in profondità, costringendolo a giocare per vie esterne o all’indietro o a rallentare la sua azione
3) PSICOLOGICO:
indurre al p.p. una certa apprensione emotiva che gli faccia commettere un’ errore in conseguenza di azioni poco ragionate e precipitose

VEDIAMO ADESSO LE PRIME DUE MOSSE SULLA PRESA DI POSIZIONE

1 INTERPOSIZIONE
2 AVVICINAMENTO E AGGANCIO

PRIMA MOSSA: INTERPOSIZIONE

Il difensore durante l’azione di gioco deve interporre sempre il suo corpo tra:
L’AVVERSARIO – LA PALLA – LA PORTA

INTERPOSIZIONE PRESA DI POSIZIONE

VEDIAMO UN ERRORE COMUNE (di 5) CHE FANNO I GIOCATORI

N.1 ( di 12) ESERCITAZIONE PER ALLENARE L’INTERPOSIZIONE NELLA PRESA DI POSIZIONE

ESERCITAZIONE INTERPOISZIONE- LA PRESA DI PROSIZIONE

Tre giocatori per questa esercitazione
1 a due giocatori attaccanti con ognuno una palla si pongono sui due conetti e il difensore in mezzo
1 b i due attaccanti decidono di partire quando vogliono  (uno alla volta) il compito del difensore è quello di stare attento a chi parte dei due
1 c il difensore si deve interporre tra palla e porta

Ma per realizzare una Presa di Posizione corretta e completa però frapporsi solamente tra la palla e la porta … NON è sufficiente! Ci vuole la…

Seconda Mossa

AVVICINAMENTO E AGGANCIO
Il difendente deve Avvicinarsi ! E poi.. ..Agganciarlo!

presa posizione-aggancio
Il difendente sprinta velocemente sull’avversario che sta guidando la palla cercando di rallentare la sua corsa e agganciandolo gli limita il tempo e lo spazio!

La distanza dell’aggancio dall’avversario in possesso palla, deve essere tale da non consentirgli ne di calciare la palla per un tiro, ne di effettuare un cross o un passaggio filtrante.

L’avvicinamento con aggancio è.. un’azione di tattica individuale insegnata dall’allenatore ai suoi giocatori, che ha lo scopo di togliere tempo e spazio al possessore di palla avversario al fine di indurlo a fare un errore.

Viene realizzata dal difendente avvicinandosi all’avversario, a seconda delle caratteristiche e della situazione di gioco in cui si trova.

Attenzione alla scelta del movimento:

a) Se l’avversario è lento ( per esempio: tipo ti ricordi Bobo Vieri) il difendente si può avvicinare un po’ di più a lui e agganciarlo a circa 1,5 mt
b) Se l’avversario è rapido (per esempio: Messi) o se il difensore viene puntato dall’avversario in velocità, allora deve cercare di non andargli troppo vicino per agganciarlo … perché se lo facesse verrebbe facilmente saltato!

N.1 errore comune ( di 6) che i nostri giocatori commettono

Questa è solo una piccola parte di quello che troverai all’interno del video corso COMPLETO ed APPROFONDITO:

“La guida definitiva in 5 mosse sulla presa di Posizione” 

Se sei interessato ad approfondire questo argomento calcistico molto importante, qui sotto trovi il link:
http://www.cluballenatoriitaliani.com/presadiposizione/

tattica individuale-presa-di-posizione

Ti è Piaciuto?
Condividi?

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*