Stramaccioni ha ragione?

Ciao,

come hai visto o come hai letto l’inter ha dato un’altra prova di carattere vincendo a Torino contro la Juventus imbattuta
da 49 giornate.

Credo che l’Inter abbia vinto non tanto perché ha fatto la partita perfetta ma perché la Juventus non ha giocato come
ci aveva abituato a fare, anche se nelle ultime giornate ha dato segni di stanchezza vincendo sempre con difficoltà.

Ciò non toglie i grandi meriti che hanno avuto i giocatori e soprattutto Stramaccioni che ha sabato ha sottolineato con
il suo gioco come siano importanti per lui la cura delle transizioni.

Preparare durante la settimana sia la fase di possesso che di non possesso trascurando quella fase in cui si perde la palla
o la si conquista è oggi un delitto, eppure ancora molti allenatori non lo fanno.

Per preparare questa fase occorre allenare i giocatori mentalmente tramite delle esercitazioni specifiche, e soprattutto occorre che il Mister dia una chiara chiave di lettura ai suoi giocatori quando si verifica la perdita di palla.

Mi spiego meglio:

1) Immediatamente quando perde palla vuole che i suoi giocatori scalano in avanti aggredendo il portatore di palla e tutti i
suoi appoggi?

2) Oppure vuole che una volta persa palla, tutti i tuoi giocatori si mettano subito dietro la palla in maniera da chiudere tutti le linee di passaggio in profondità?

Questo è il dilemma per la maggior parte degli allenatori.

Perché? Perché questa scelta dipende dalle situazioni di gioco in cui ci si trova e tutto questo lo spiego in maniera approfondita all’interno del Club Allenatori Italiani nella sua nuova veste e che presto aprirà le sue iscrizioni.

Per cui se sei interessato ad iscriverti, questo mese resta sintonizzato su questo canale.

Bene con questo è tutto per oggi.

Ciao e alla prossima

MArco Mirisola
Direttore di
www.ancheiopossoallenare.com
www.cluballenatoriitalini.com

===========COSA VUOI IMPARARE QUESTO MESE ? =============
Dai un’occhiata ai nostri Video- Audio corsi approfonditi:

Lascia il tuo commento se ti fa piacere

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*