Ruoli e compiti dell’allenatore in seconda di Walter Mazzarri

Ciao ecco in questo post un estratto della tesi di Walter Mazzari…Colgo anche l’occasione per salutarlo personalmente dato che abbiamo giocato insieme nella Torres nel 200?…non ricordo più…eh,eh,eh

Prima puntata

Tesi di fine studio del Corso Master per l’abilitazione ad allenatore professionista di 1ª Categoria.

Prima di enunciare i compiti ed il ruolo dell’allenatore  in seconda, è senza dubbio opportuno precisare come questi siano direttamente proporzionali ai “voleri” ed alle necessità dell’allenatore in prima, nonché al rapporto di fiducia che questi ha nei confronti  del proprio collaboratore. Infatti è sempre l’allenatore in prima che, in base ai propri intendimenti calcistici e di gestione della squadra, delinea gli ambiti ed i confini entro cui opererà il suo secondo. Read more

Tattica calcio: 4-4-2 contro 4-3-1-2

L’allenatore di base Franco da Palermo mi ha fatto una domanda tattica e ho creato una video risposta:

“Quando la palla è in possesso al difensore esterno basso del modulo 4-3-1-2, tutti i miei giocatori che applicano il modulo 4-4-2 come si devono muovere?”

Quali sono le varie facce della propriocezione e che cosa è.

di Luca Squinzani allenatore Torino FC

Quanto parliamo di preparazione fisica e nello specifico di propriocezione normalmente ci riferiamo a tutte quelle esercitazioni che stimolano, appunto, il nostro sistema propriocettivo, in ambito di recupero e prevenzione infortuni. Prima di analizzare brevemente i vari aspetti ed utilizzi di questa in ambito calcistico – sportivo, definiamo in modo semplice quale sia il compito del nostro sistema propriocettivo.

Il sistema propriocettivo.. Read more

Pillole: contrapposizione tattica 4-4-2>4-3-1-2

Andiamo ad analizzare la contrapposizione tattica del 4-4-2 al 4-3-1-2 . Partiamo dal presupposto che il 4-3-1-2 è un modulo abbastanza ostico da incontrare per una squadra che gioca col classico 4-4-2 in quando questo il modulo è disposto su 5 linee. Quattro difensori + un centrocampista davanti alla difesa + 2 mezzali + un trequartista + 2 punte. Read more

Cos’è la forza?

Spesso leggiamo e sentiamo parlare di forza in ambito sportivo, nelle analisi prestazionali, nella costruzione delle sedute d’allenamento, nella programmazione della stagione; ma sappiamo realmente cos’è la forza?

Definizione
Possiamo definire la forza come: “La capacità di opporsi/superare una resistenza mediante la contrazione muscolare”. Inoltre è una delle tre capacità condizionali insieme a: velocità e resistenza.

Tipi di forza
Pur esistendo diversi tipi di classificazione della forza, possiamo semplificare il tutto suddividendo questa in:

A) Forza Massimale: quella massima che il sistema è in grado di sviluppare tramite contrazione volontaria,

B) Forza Esplosiva: massima velocità di reazione ed esecuzione al variare dei carichi,

C) Forza Veloce: capacità di superare una resistenza con alta velocità di reazione ed azione in relazione al carico,

D) Forza Resistente: capacità di protrarre lo sforzo nel tempo,

E) Anche se potremmo farla rientrare nella capacità condizionale di resistenza, Resistenza alla Forza: capacità di superare una resistenza con buona espressione di forza in modo ripetuto nel tempo (non consecutivamente:

Es. Il giocatore che deve eseguire il gesto tecnico del colpo di testa in fasi diverse della gara), F) Pliometrica/elastica: sfruttando l’ ”energia elastica” delle fibre muscolari (i classici balzi, cadute dal cubo, ecc.)

La forza ed il calcio Read more

Pillole: i moduli di gioco

Il 4-4-2
Nel sistema di gioco 4-4-2, con una difesa disposta a zona, si ha il grande vantaggio che i centrocampisti, disponendosi in linea, fanno da filtro, raddoppiando continuamente sul portatore di palla avversario.

Le coppie adibite al raddoppio sono: l’esterno alto destro che va a raddoppio sull’ ‘esterno basso destro, l’esterno alto sinistro che va a raddoppio sull’ ‘esterno basso sinistro, il centrocampista centrale desto che va a raddoppio sul difensore centrale destro, il centrocampista centrale sinistro che va a raddoppio sul difensore centrale sinistro. Read more

Il mio punto di vista su INTER–CHELSEA (ritorno)

A cura di CLAUDIO MELE

L’Inter s’impone sul Chelsea
per uno a zero allo Stamford Bridge. La rete realizzata da Eto’o permette così ai nerazzurri di raccogliere il massimo, ovvero centrare il passaggio al turno successivo e vincere una partita interpretata in modo eccellente da Jose Mourinho e ben giocata dai suoi giocatori.

Il gol realizzato al 78esimo nasce da una palla inattiva (fallo laterale) a favore del Chelsea, che non viene ben giocata e permette all’Inter di riconquistare palla. Read more

Allenare una squadra di calcio attraverso l’ausilio della Musica

Articolo a cura di Giulio Fondacci

Quanti di noi a volte corrono con un i-pod? Quanti ascoltano musica in macchina e guidano con quel tempo musicale o ascoltano la musica per tirarsi su di morale?

E quanti invece la usano e la trasformano in adrenalina? Musica Motivazionale… Musica rilassante… ecc ecc.

Che cos’è il Calcio in fin dei conti? E’ o no  tempo, ritmo, spazio, velocità d’esecuzione, fantasia, giusto?.

Come un buon musicista ritma e suona il suo strumento in assolo o in gruppo ogni calciatore ritma e suona non solo il suo corpo ma anche lo strumento “Palla” sia individualmente che collettivamente esprimendo la sua intelligenza musicale e riportandola in campo.

Diciamo poi che la fantasia fa tutto il resto!

Quello che una persona sente dentro lo esprime in svariati modi sia sul campo da calcio che con uno strumento musicale… ma attenzione è più semplice andare in assolo che suonare in un gruppo; passando dall’individuale al collettivo passando dallo statico al situazionale…CONTINUA Read more

Il mio punto di vista su INTER–CHELSEA (andata)

Articolo a cura di CLAUDIO MELE
“Istruttore scuola calcio”

Descrizione tecnico – tattica dei gol realizzati in

Inter – Chelsea del 24/02/2010.


L’ 1 a 0 dell’Inter.
Thiago Motta è in possesso e si trova in palla scoperta, nessun giocatore del Chelsea effettua una presa di posizione sul portatore e tutti sono concentrati sulla presenza dell’avversario nella propria zona,

Carvalho su Eto’o,
Ivanovic su Snejder,
Terry su Milito.

La presa di posizione su Thiago Read more

Esercizio adatto per la categoria pulcini

A cura di Gianfranco Crotti

Obiettivo: la conduzione della palla

Preparare due spazi in cui muoversi uno vicino all’altro. Formare 2 squadre. Ogni giocatore ottiene un numero. Un pallone per giocatore.

Esercizio: le squadre vengono divise in cacciatori e lepri. Ad un comando dell’allenatore il primo giocatore del gruppo cacciatori conduce il pallone dal campo 1 al campo 2 e prova a catturare un giocatore dell’altro gruppo.  Ritorna nel suo campo e dà il cambio al giocatore numero 2. Read more

Cos’è la psicocinetica nel calcio e come si allena?

angelo-iervolino1
Autore Angelo Iervolino

I calciatori veloci, rapidi, con un’ottima visione di gioco sono sempre più ricercati. Sapere cosa fare prima di ricevere il pallone e successivamente eseguirlo nel minor tempo possibile, è fondamentale.
La rapidità mentale è una caratteristica che entra in gioco anche senza palla. Saper leggere un’azione avversaria prima che si realizzi, creare opzioni al compagno prima che si muova il pallone, rende il nostro gioco molto più efficace. Read more

Che Cosè Il Calcio Veramente?

3 La programmazione generale degli allenamenti

manuale-dellallenatore-di-calcio2

vai alla puntata 2

3 puntata

L’importanza delle quattro aree principali del gioco del calcio

Il concetto del principio della programmazione dell’allenamento ha un enorme importanza tanto che è considerato dagli allenatori vincenti, uno dei principi fondamentali dell’allenamento stesso.

Ma cosa devi allenare e di conseguenza su quali argomenti devi essere preparato se vuoi diventare un allenatore in grado di migliorare le qualità dei tuoi giocatori e di conseguenza le qualità dei tuoi risultati?

Le quattro aree fondamentali su cui devi essere Super Preparato per poter diventare un allenatore di successo sono: Read more