Capacità Coordinative nel calcio, quanto è importante allenarle

T è piaciuto? CondividiShare on LinkedIn0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on Facebook9

149

Ti è mai capitato di avere nella tua squadra giocatori tecnicamente meno dotati di altri? Hai mai cercato di capire perchè alcuni tuoi giocatori sono tecnicamente più bravi e apprendono nuovi esercitazioni tecniche più velocemente, rispetto ad altri meno dotati tecnicamente?

In questo articolo finalmente capirai il perchè e su quali capacità devi farli lavorare per migliorarli.

Quando si lavora con i giovani calciatori, l’attenzione maggiore deve essere rivolta al singolo calciatore e al bambino, al contrario invece quando si lavora con gli adulti la parte predominante del lavoro deve essere rivolta al collettivo, perchè il risultato della domenica è fondamentale per raggiungere l’obiettivo societario.

Attenzione, con gli adulti, non sto dicendo di trascurare l’aspetto individuale, ma l’allenatore nella sua complessità del suo lavoro, ha il compito di valutare prima di tutto, il lavoro su tutta la squadra, poi dei singoli individui.

Difficilmente a fine partita sentirai parlare in pubblico, un allenatore già affermato dei singoli calciatori, anche se dentro la sua testa ha idee chiare sui singoli.

E’ la squadra che deve funzionare, e il singolo giocatore si deve mettere al servizio di essa, non il contrario.

Tuttavia per questo motivo gli allenatori a volte pensano troppo alla squadra e poco al miglioramento o all’allenamento dei singoli giocatori.

Certo dipende dal contesto in cui si allena. In un ambiente professionistico è più facile lavorare con i singoli giocatori perchè le risorse umane sono maggiori, mentre è un pò più complicato sottrarre tempo all’allenamento stesso per curare i singoli giocatori quando ci si trova ad allenarsi in una società dilettante.

Allenare e dare attenzione comunque i singoli giocatori è importante, perchè ci permette di analizzare gli errori e di correggerli subito, sia a livello fisico che e livello tecnico.

salto ostacolini calcio

I mezzi tradizionali messi a disposizione all’allenatore di calcio e che si trovano in commercio oggi, per allenare l’aspetto fisico e tecnico dei  giovani e degli adulti calciatori sono i paletti, i conetti, i cinesini, gli ostacoli di diverse altezze, le corde, la scaletta, ecc., tutti elementi che si acquistano singolarmente.

Per posizionarli in campo, ci vuole del tempo,  e ce vuole ancora di più quando si devono costruire dei percorsi. Inoltre non ci permettono di variare subito il percorso e di allenare contemporaneamente una serie di capacità fondamentali per il miglioramento tecnico/fisico/mentale del giovane e adulto calciatore. 

E’ stato creato un attrezzo sportivo e innovativo per gli allenatori di calcio, ma può essere usato anche in altri sport, che è in grado di sostituire tutti questi piccoli attrezzi in uno: si chiama Albero TraiNANIng.  E’ pratico, funzionale ed innovativo. E’ stato fatto provare a circa 30 allenatori, e sono rimasti straordinariamente entusiasti.

L’albero Trainaning ideato dall’allenatore professionista Ernesto Nani, si può usare come attrezzo sportivo, sia in preparazione che durante il resto dell’anno. Per la sua molteplice funzionalità è adatto a tutte le categorie, dai più piccoli ai più grandi, sia per i calciatori che per i portieri.

albero trainaning

Con questo attrezzo sportivo innovativo si possono creare illimitati tipi di esercitazione per allenare anche contemporaneamente tutte le capacità della coordinazione, la velocità, le abilità tecniche, la resistenza alla velocità, la forza per far diventare un calciatore resistente e veloce, l’elevazione per avere una buona capacità pliometrica.

L’allenamento individuale, soprattutto sui giovani calciatori non deve mai essere trascurato. E’ fondamentale allenare durante le sedute di allenamento che si svolgono in settimana, tutte le capacità fisiche, tecniche e mentali senza trascurarne nessuna.

Non tutti per esempio sanno che un giocatore è tecnicamente più bravo di un altro principalmente perchè la sua coordinazione è migliore.

La coordinazione è la base per allenare e migliorare la tecnica di un calciatore.

Un calciatore che non è tecnicamente bravo è perchè non ha una buona coordinazione.

Inoltre non tutti sanno che se si vuole migliorare la concentrazione e l’attenzione di un giocatore, tutte le esercitazioni basate sull’allenamento della coordinazione sono fondamentali.

Per allenare e migliorare la coordinazione l’albero TraiNANIng è l’ideale perchè puoi creare una miriade di esercizi che uniti tra di loro possono allenare più capacità.

Con un solo attrezzo puoi allenare e migliorare non solo la parte fisica, o tecnica, ma anche quella mentale ( concentrazione e velocità di decisione) di ogni singolo giocatore.

In generale 5 sono le capacità coordinative da allenare

5 sono le principali capacità coordinative che vengono utilizzate dai calciatori per correre, saltare, calciare, stoppare la palla, colpire di testa, anticipare la palla o un avversario e sono:

  1. l’equilibrio
  2. l’orientamento
  3. la capacità di differenziazione
  4. il ritmo
  5. la reazione

Inizia una partita di calcio, palla al centro. Il 9 passa la palla al 10 che a sua volta la passa all’ indietro al giocatore numero 8 il quale scatta ( capacità n. 5: reazione) e compie 3 passi in avanti verso la palla (capacità n. 4: ritmo). Dopo di che l’8 decide come calciare la palla di collo? di interno piede?  (capacità n. 3: differenziazione) e a chi passarla (capacità n. 2: orientamento) .

Il numero 11 che è scattato in avanti in fascia, per colpire la palla di testa, salta in aria (capacità n. 1: equilibrio) e la indirizza verso il numero 9 che al volo fa partire un “missile terra-aria” che si infila sotto l’incrocio dei pali.

Un esempio, questo, che sottolinea l’importanza di allenare queste 5 capacità coordinative nel calcio, capacità che sono necessarie per lo svolgimento di una qualsiasi tipo di azione nel gioco del calcio.

Devi sapere che SOLO i giocatori che dispongono di una buona capacità di coordinazione saranno in grado di apprendere più velocemente nuove esercitazioni, nuovi gesti tecnici, adattarsi a nuove situazioni di gioco e di conseguenza avranno più possibilità di fare carriera nel calcio.

E’ dovere quindi degli allenatori di calcio dedicare una parte dell’allenamento alla coordinazione in tutte le sedute di allenamento, soprattutto se si allenano giovani calciatori e poi correggere gli errori, che se non corretti in questa fascia di età, potrebbero segnare negativamente la carriera della giovane promessa.

PROBLEMA

allenamento calcio ostacoli

Il problema è con le attrezzature di oggi, tipo cinesini, ostacoli, paletti, coni, quando vengono effettuati allenamenti specifici per allenare e migliorare la capacità coordinativa, per gli allenatori è difficile notare gli errori.

Mentre con l’albero TraiNANIng diventa tutto più facile, perchè in soli 10 metri un allenatore può controllare tutti i giocatori che si esercitano nei più svariati e combinati esercizi specifici che questo albero ci permette di fare.

In ogni singola sequenza che compone il gesto motorio, di un giocatore di calcio, vengono coinvolte tutte e 5 queste capacità coordinative in maniera differenziata.

Per esempio anche quando un giocatore si appresta a battere un rigore, dopo che è partito, prima di colpire la palla, deve reagire in modo da poter orientare la palla in base ai movimenti del portiere che si muove lungo la linea della porta . Inoltre se con la coda dell’occhio si accorge che il portiere si sta buttando da una parte, potrebbe anche decidere di non dare potenza al tiro, ma di accompagnare la palla in porta.

La coordinazione è il risultato di una serie di meccanismi . La sfida dell’allenatore di calcio è allenare bene i giocatori in modo che siano capaci a sincronizzare i diversi movimenti per ottenere l’azione desiderata.

E’ importante sapere che durante una partita di calcio, un giocatore che compie un’azione con la palla o senza palla, mette in moto tutte queste 5 capacità coordinative, anche se in maniera e misura diversa.

L’età ideale per allenare le capacità coordinative

Uno dei compiti dell’allenatore è dunque quello di impostare l’allenamento in modo tale da sviluppare tutte e cinque le capacità coordinative. In questo modo si facilita l’apprendimento di nuovi gesti tecnici sempre più complessi.

Ma è altrettanto importante che i calciatori continuino ad allenare le varie capacità durante tutta la loro vita.

Perchè se le capacità coordinative nei giovani e negli adulti non vengono allenate a sufficienza il deperimento avviene velocemente con gravi conseguenze per la prestazione sportiva del singolo giocatore e di conseguenza di tutta la squadra.

T è piaciuto? CondividiShare on LinkedIn0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on Facebook9

Lascia il tuo commento se ti fa piacere

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*