Fresco di Super Coppa Italiana “prossimamente qui”: Gian Nicola Bisciotti!

bisciotti.jpg inter-super-coppa.jpg

Ciao,
qui Marco, con l’annuncio di una nuova tele-conferenza in programma.
All’interno della divisione “preparazione atletica,preparazione motivazionale,preparazione tecnica, preparazione tattica”, questa si colloca nell’area tematica “preparazione atletica” e ha per protagonista:

Gian Nicola Bisciotti
Preparatore atletico dell’Inter e Campione d’Italia!

“SCIENZA E MEDICINA”
Alla scoperta del metodo Bisciotti

Registrandoti sarai avvisato se/quando la registrazione diventa disponibile.
CLICCA QUI PER RICEVERE GRATIS LA TELECONFERENZA
Ci vediamo nella “sala conferenze” virtuale!
Marco

Finalmente c’è l’abbiamo fatta! Io e Enrico Arcelli abbiamo scalato una montagna per TE!

arcelli.jpg marco-mirisola-nello-spezia-calcio.jpg

Tra mille problemi tecnici e contrattempi vari c’è l’abbiamo fatta. Ecco a te Tra poco uno stralcio della teleconferenza con la STORIA della Preparazione Atletica nel calcio e…
…più avanti la teleconferenza integrale GRATIS!

Tutto questo solo su www.ancheiopossoallenare.com

www.ancheiopossoallenare.com il primo e unico sito in ITALIA che fa formazione tecnica online agli allenatori di calcio con i video calcio tutorial e le teleconferenze tecniche

Per riceverla nella tua casella di posta elettronica devi registrarti al web form di Enrico Arcelli. Non ti sei ancora registrato? Ecco dove puoi:

CLICCA QUI PER RICEVERE GRATIS LA TELECONFERENZA

Tattica Collettiva: – Barcellona-Arsenal- Vista dall’alto

barcellona-arsenal-vista-dallalto.jpg

Ciao,
voglio sottoporti oggi l’importanza che assume per un allenatore saper bene insegnare a mantenere compatta la sua squadra, ossia i 3 reparti.
E’ naturale che ci vorrebbero degli allenamenti di 8 ore al giorno per allenare tutte le componenti che rendono grandi una squadra di calcio per poi ottenere grandi risultati.
Ecco perchè gli Allenatori Vincenti scelgono e vogliono solo Giocatori Vincenti. Perchè non devono…CONTINUA

Tattica di reparto: Dopo la didattica, alleniamo i 4 difensori a zona!

difesa4.jpg

Fin dal ritiro precampionato, dopo aver allenato i tuoi giocatori didatticamente con esercitazioni progressive dal semplice al difficile, devi passare ad allenare il reparto con delle partitine, dapprima con una intensità bassa fino a quando non avranno automatizzato i movimenti e poi via via aumentandola sempre più.Quando i tuoi giocatori hanno automatizzato i movimenti base della difesa a zona (sopratutto l’elastico difensivo) CONTINUA

2 “Il Pressing… Se sai come farlo lo eviti!”

zeman4.jpg

Quando un allenatore decide di far attuare il pressing alla sua squadra, deve mettere in preventivo che ci sarà da parte dei suoi giocatori un notevole dispendio di energie, quindi deve limitare questa strategia di gioco solamente a certe zone del campo.
Un movimento essenziale che occorre fare ..CONTINUA

1″Il Pressing… Se sai come farlo lo eviti!”

zeman1.jpg
Zdenek Zeman, nuovo allenatore della Stella Rossa.

Per applicare le contromisure al pressing e, conseguentemente, al fuorigioco è necessario conoscere come si attua il pressing. Il pressing non è sempre tendente alla riconquista della palla, ma spesso serve esclusivamente per non far verticalizzare il gioco degli avversari e per non farsi saltare in dribbling. Questo è tipico del gioco a zona che comporta quindi squadra…CONTINUA

4 – Esercitazioni: Alleniamo i 5 principi fondamentali difensivi di calcio!

esercitazioni-di-tattica-di-reparto.jpg

Dopo la teoria passiamo ora alla pratica e scendiamo in campo. L’allenatore dopo aver spiegato i concetti della tattica difensiva sia verbalmente che facendo uso della lavagna, deve subito andare in campo e trasformare le parole in pratica.

Queste esercitazioni le puoi fare subito dopo il riscaldamento classico.

Guarda il video calcio Tutorial

2 Video Tattica “Alleniamo i 5 principi fondamentali difensivi”

2esercitazione-di-tattica-di-reparto.jpg

I 5 principi di gioco in fase di non possesso palla che fanno parte dell’allenamento della tattica collettiva sono:

Scaglionamento: L’allenatore deve insegnare ai propri giocatori a disporsi in campo in modo da stringere il più possibile il campo di giocata degli avversari. L’allenatore di calcio deve inoltre fare in modo che i giocatori nella fase difensiva non si trovino mai in linea, ma deve insegnare …CONTINUA

1 VideoTattica: Sei capace a difenderti? -Alleniamo i 5 principi fondamentali difensivi

1esercitazione-di-tattica-di-reparto.jpg

L’elemento principale che deve sapere un allenatore per sapersi difendere dagli attacchi avversari è quello di insegnare ai propri giocatori ad occupare in modo razionale uno spazio chiamato “zona pericolosa” orientando i giocatori in maniera scaglionata in modo da ritardare e rendere prevedibile l’azione offensiva dell’avversario…CONTINUA

Sai qual’è la differenza tra pressing e pressione nel gioco del calcio?

zdenek-zeman.jpg

Un allenatore di calcio deve decidere di recuperare il possesso di palla con:

LA PRESSIONE AL PORTATORE DI PALLA

IL PRESSING

    Il pressing è una tattica collettiva organizzata dall’allenatore di calcio atta alla riconquista della palla in maniera diretta.Il Pressing viene applicato in fase di non possesso, può essere difensivo o basso, offensivo o medio, ultra offensivo o alto.
    La Pressione è un’azione di tecnica applicata (tattica individuale) insegnata dall’allenatore ai suoi giocatori, che ha lo scopo di limitare tempo e spazio al possessore di palla avversario: faccio pressione sull’avversario possessore di palla al fine di indurlo a sbagliare giocata o passaggio, con il vantaggio di recuperare il pallone in maniera indiretta . (Riconquista della palla per intercettamento)

    “Sai qual’è la differenza tra : tecnica di base e tecnica applicata?”

    spalletti.jpg

    La tecnica di base è il complesso delle abilità inerenti i gesti tecnici che il giocatore è chiamato a compiere durante un allenamento, quando si trova in contatto o comunque in relazione con la palla. Questo tipo di allenamento che un allenatore deve realizzare non tiene conto ne dell’avversario ne del contesto dello sviluppo di un’ azione da gioco…CONTINUA